IDENTITA' DELL'ARTIGIANO DELLA FIERUCOLA

in

Per parlare dell'artigianato e degli artigiani della Fierucola bisogna riferirsi a ciò che la Fierucola rappresenta e dei motivi per i quali e' nata.

Dopo le esperienze politiche degli anni sessanta e settanta molti di coloro che avevano fatto parte dei movimenti, probabilmente stanchi di un' eccessiva teorizzazione, hanno sentito il bisogno di rendere concreto il loro modo di intendere la vita e di non piegarsi ad entrare nel mondo del lavoro con i sistemi ed i canoni consueti.

Avvicinarsi alla terra, e alla campagna, oltre che servire per abitare case ad un prezzo accessibile e rendersi autonomi e' stato un modo per avere spazi lavoro, di incontro e convivialità fra persone simili, coraggiose, accomunate da scelte radicali e soprattutto rispetto al lavoro seguendo le vie più difficili praticando sia il mestiere dell'artigiano che quello del contadino in maniera profonda, non modaiola compatibile con l'ambiente.

Il recupero delle antiche tecniche lavorative da parte di persone intellettualmente capaci unito ad un costante impegno lavorativo, non del sabato e della domenica per intendersi , ha creato un popolo di artigiani e contadini di elevato valore.

Si era però così venuta a creare una sorta di isolamento, probabilmente cercato, di queste persone definite alternative.

La Fierucola rappresentò un ponte fra le diverse esperienze di vita e in qualche modo ripercorse le ragioni per cui era nata diversi secoli prima.

La conservazione dei presupposti di integrità, di coerenza, di elevata manualità, di produzione di oggetti ecocompatibili utili alla semplice vita nella campagna ed il rifiuto di soluzioni modaiole, la ricerca di prodotti di costume hanno da sempre accomunato gli artigiani della Fierucola fino al punto di poter parlare di una vera e propria identità artigiana contraddistinta da alcuni punti essenziali:

  • Rispetto della natura e degli esseri viventi
  • Utilizzo materiali naturali
  • Alta manualità
  • Attività svolta in modo prevalente (non secondo lavoro o hobby)
  • Controllo dell'intero ciclo produttivo (niente semilavorati o parti lavorate dall'industria)
  • Attenzione all'utilizzo di fonti energetiche rinnovabili
  • Produzione svolta in integrazione con la vita familiare
  • Piccole dimensioni dell'attività
  • Estetica sobria che fonda le sue radici in una qualche tradizione
  • Attenzione all'utilizzo di materiali che non provengano da molto lontano e che non abbiano cicli produttivi contrari alla natura (legno dall'Amazzonia, ecc.)
  • Commercializzazione dell'oggetto in serie limitate
  • Oggetti d'uso
  • Colorazioni naturali vernici atossiche

Dalla nascita della Fierucola per quanto possibile e con gli inevitabili errori umani e' stata rispettata questa linea, innumerevoli domande da parte di artigiani che non rientravano in questi parametri sono state scartate, molti di quelli che hanno partecipato nei primi anni hanno cessato la loro attività, a causa delle enormi difficoltà che comporta portare avanti questo tipo di lavoro.

Si registra una problematica, che non e' propria solo della Fierucola, di trovare giovani che abbiano desiderio di fare gli artigiani. La difficoltà della formazione e della decisione di fare e perseverare in questo tipo di lavori ha molte cause, soprattutto sociali ma risente anche di scelte politiche sbagliate, vediamo che in altri paesi Europei diverse legislazioni pagano in termine di affezione e continuità al lavoro.

Abbiamo molte richieste di “produttori di gadget“ ma che non rispondono ne' in toto ne' in parte ai criteri di cui sopra.

Adesso dopo quasi trent'anni sentiamo il bisogno di affermare che quella che si e' venuta a creare e' una vera e propria identità dell'artigiano che partecipa alla Fierucola, ma più in generale e' l'identità di un nuovo e allo stesso tempo antico modo di essere artigiani.

Un'identità sulla quale sarebbe auspicabile aprire una riflessione comune al fine di ancora meglio definirne i vari aspetti, cercare nuove risorse umane con lo scopo di riformare un cospicuo corpo artigiano all'interno della Fierucola.